La chiesa fu fondata dai fratelli Alberto e Gherardo Carrara nel 1403 che costituirono un beneficio di giuspatronato e la dedicarono a Sant'Antonio di Padova e San Tommaso d'Aquino.

I fratelli Carrara erano persone colte, appartenevano alla famiglia del Beato Gherardo Carrara professore di teologia alla Sorbona di Parigi poi Vescovo di Savona.

Più tardi gli abitanti dellla contrada al Santo dei teologi e dei filosofi, sostituirono il Santo dei greggi e dei armenti, Sant'Antonio Abbate.

Questa chiesa ha pianta rettangolare con abside quadrata, l'altare maggiore risalente al XVII secolo è opera in legno attualmente collocato sulla parete destra della chiesetta

su di esso si trova un'ancona che racchiude al centro una tela raffigurante la Madonna col Bambino Sant'Antonio di Padova, Sant'Antonio Abate e San Tommaso d'Aquino.

Ai lati del dipinto due statue di legno di Santi Anacoreti.

 Il paliotto dell'altare riproduce

la Madonna con santi.

Sulle pareti della Chiesa poi ci sono quattro quadri del settecento di autore ignoto, essi rappresentano donne dell'Antico Testamento.

 Nel1995, nel corso di lavori di restauro generale, fu rinvenuto un affresco quattrocentesco raffigurante la Crocifissione.

La chiesa è situata in contrada "Carrera"