CASA PALMA IL VECCHIO

Nella parte nord di Serina, appena oltre il nuovo centro sportivo comunale, lungo il sentiero che porta alla profonda Valle del Budrio, sorge la piccola contrada detta "delle Valli".

Percorrendo, la strada sterrata alla destra del Campo di calcio, si raggiunge velocemente la piccola chiesina dedicata a S. Filippo e S. Giacomo.

Poco oltre, ma sulla destra, diparte una piccola stradina che porta ad un gruppo di case; proprio lì, alle pendici del Monte Castello, nacque nel 1480 il grande pittore Jacopo Negretti della Valle detto Palma il Vecchio.

La casa natale, come da tradizione , è la prima che si incontra e, fortunatamente, l'esterno è rimasto pressocchè intatto come nel quattrocento: grandi muri in pietra d'Alben, con portali e finestre ad arco ne fanno capire l'antica signorilità.

Gli interni sono totalmente rimodernati per esigenze abitative, eccezion fatta per parte delle cantine, anticamente adibite a ricovero dei cavalli della guarnigione militare che proprio qui, dal seicento, aveva un suo distaccamento, a protezione e soprattutto, controllo dell'antica Via Mercatorum che si incrocia poco oltre.

Quello che però caratterizza maggiormente questa piccola contrada, è l'ubicazione.

Coloro che conoscono ed ammirano i dipinti del Palma, non potranno non comprendere il perchè dei suoi paesaggi e l'armoniosità dei suoi colori: " fermatevi alcuni minuti davanti alla casa natale, ammirando il paesaggio che vi circonda ed improvvisamente, non sarete più spettatori ma attori interpretativi di uno dei tanti personaggi delle scene agresti che caratterizzano parte dell'opera del nostro grande Jacopo Valle Negretti Pintor.

In un attimo scoprirete, meglio di tante parole, i paesaggi ed i colori del grande Palma il Vecchio che come dice il Vasari: " rivaleggio con i più grandi artisti suoi contemporanei, contribuendo, insieme agli amici Giorgione e Tiziano, al rinnovamento dell'arte veneziana del Rinascimento.